venerdì 29 gennaio 2016

Pizza di cavolfiore

Io adoro la pizza, in tutte le sue forme. Che sia napoletana o più croccante, la semplice margherita o con ingredienti più elaborati, con farina integrale o farina bianca (giusto ieri ho assaggiato quella nera!), il calzone, il panzerotto, la focaccia...tutto. La pizza ha molteplici varianti e io le adoro tutte!
Dato questa premessa potete capire che una pizza di cavolfiore mi ha incuriosito subito. La ricetta l'ho trovata su cucchiaio.it. Oltre a essere squisita, la pizza di cavolfiore è un modo alternativo per presentare la vedura in tavola...e magari far ricredere qualche scettico del cavolfiore!


INGREDIENTI
1 cavolfiore medio
50g di parmigiano
2 albumi
30g di farina
1 grattuggiata di noce moscata
150g di mozzarella
200ml di salsa di pomodori
sale
pepe
origano
olio

Ho cominciato con il pulire il cavolfiore e tagliarlo a pezzetti, l'ho poi tritato nel robot da cucina. Ho trasferito il cavolfiore in una terrina ed ho aggiunto il parmigiano grattuggiato, gli albumi, la noce moscata, il sale e il pepe.
Dopo che ho amalgamato tutti gli ingredienti elencati ho aggiunto la farina e ho rovesciato il cavolfiore in una teglia foderata con carta da forno facendo attenzione a schiacciare bene per compattare il cavolo.
Ho cotto a 180°C per 20 minuti, ho sfornato aggiunto la salsa di pomodoro condita con origano, sale e olio, ed ho cosparso con la mozzarella. Infine ho rimesso in forno, sempre a 180°C, per altri 10 minuti.


Servitela calda, anche come antipasto o per l'aperitivo, ricordate solo che è più fragile di una vera e propria pizza. Ovviamente potete sbizzarrirvi con gli ingredienti per farcilla!

venerdì 22 gennaio 2016

Tortino di melanzane, speck e brie

I piatti che mi invento, di solito perchè devo finire qualcosa nel frigo, sono buoni ma spesso per niente fotogenici. Probabilmente è questa la differenza tra uno chef e una persona che si diverte a cucinare.
Questo tortino non è da meno, potrebbe sembrare un ammasso di cibo buttato alla rinfusa ma è buono e per nulla difficile da preparare. E' gustoso ma non fa sentire troppo in colpa quando lo si mangia, almeno a me.


INGREDIENTI
1 melanzana media
150g di brie
150g di speck

Ho iniziato tagliando la melanzana in dischi non troppo sottili, dopo averla lavata, e l'ho grigliata. Mentre aspettavo che le fette di melanzana si raffreddassero ho foderato una teglia rotonda con della carta da forno. Ho poi ricoperto il fondo della teglia con uno strato di melanzana, sovrapponendo leggeremente le fette, uno strato di speck e uno di brie. Ho ripetuto fino ad aver esaurito gli ingredienti. Nello strato finale non ho messo lo speck per non farlo seccare troppo.
Ho cotto il tortino a 200°C per 15 minuti. Dopo averlo fatto riposare l'ho tagliato a fette e servito caldo.


Come ho detto, non fatevi ingannare dalle apparenze e provatelo!

giovedì 14 gennaio 2016

Trancio di salmone al forno

Il salmone al forno è un ottimo secondo piatto, leggero e soddisfacente dal punto di vista del gusto, ed è facile da preparare. La ricetta che ho usato è quella di GialloZafferano, ma può essere personalizzata usando gli ingredienti che più vi piacciono. Potrebbe essere ottimo anche con dei pomodori, per esempio. Il trancio di salmone io l'ho lasciato nella sua forma originaria ma volendo, dopo aver tolto la vertebra, potete arrotolare le estremità per formare un medaglione.


INGREDIENTI
4 tranci di salmone
1 patata media
1 spicchio di aglio
100g di prezzemolo
1/2 bicchiere di vino bianco
olio
sale

Ho iniziato tritando l'aglio e il prezzemolo insieme e li ho cosparsi sui tranci di salmone. Con un coltello ben affilato ho tagliato la patata, lavata ma non sbucciata, in fette sottili, potete usare una grattuggia come alternativa al coltello. Ho irrorato i tranci con il vino bianco e posizionato le fette di patata sul salmone in modo da coprire tutta la superficie. Prima di infornare ho salato e cosparso con un filo d'olio.
I tranci di salmone li ho cotti in forno a 180°C per 30 minuti. Il tempo di cottura è più che altro dettato dalle patate, sono quelle che necessitano di più tempo per cuocere.


Come sempre se avete idee da suggerire potete scrivere nei commenti o all'indirizzo e-mail.

venerdì 8 gennaio 2016

Arrosto alla Wellington

Non è la prima volta che mi cimento con questa ricetta, è stato il piatto forte di qualche Natale fa (qui). La prima versione che ho sperimentato è stata quella di Julia Child, quest'anno, per capodanno, ho voluto usare la ricetta pubblicata quest'estate da Gordon Ramsay.
Di solito si usa carne di bovino, io ho preferito usare il filetto di maiale questa volta.


INGREDIENTI
800g di filetto di maiale
200g di prosciutto crudo
200g di funghi
1 rotolo di pasta sfoglia
1 cipolla dorata
1 uovo
sale
pepe

Ho cominciato facendo scottare la carne su tutti i lati in olio d'oliva, l'ho poi messa da parte in un piatto. Nella stessa padella ho fatto soffriggere una cipolla tritata ed ho aggiutno i funghi tagliati, li ho cotti e in seguito tritati. Messi da parte i funghi ho steso sul piano di lavoro della pellicola per alimenti, ho allineato le fette di prosciutto crudo in modo che si sovrapponessereo leggermente l'una sull'altra. Sopra al prosciutto ho steso i funghi tritati e al centro ho posizionato la carne. Con 'l'iuto della pellicola ho arrotolato le fette di prosciutto attorno alla carne, ho chiuso il rotolo con la stessa pellicola e l'ho lasciato in frigo per un paio d'ore (la ricetta richiede un minimo di 15 minuti).
Dopo aver fatto riposare l'arrosto in frigo l'ho arrotolato nella pasta sfoglia spennellando bene i bordi con dell'uovo sbattuto. Ho infornato per 35 minuti a 200°C.


Prima di affettare l'arrosto fatelo riposare per una decina di minuti fuori dal forno. Io l'ho servito con delle patate.

mercoledì 30 dicembre 2015

Coq au vin

Per la cena di Natale (a pranzo non ero a casa) quest'anno avevo pensato ad un menù tutto piemontese, tortellini in brodo e brasato. Ho dovuto cambiare all'ultimo i programmi perchè ho scoperto che la mia cena sarebbe stata identica al pranzo. Al posto del brasato ho cucinato il pollo al vino, seguendo la ricetta di Julia Child in "Mastering The Art of French Cooking". Le uniche modifiche che ho apportato riguardano il cognac e le cipolle da accompagnare ai funghi, in entrambi i casi non li ho usati.
Per le altre ricette natalizie potete seguire il tag "natale". Per le conversioni usate il convertitore online.


INGREDIENTI
1,5kg pollo a pezzi
6Tb di burro
3 cup di vino rosso
1cup di brodo di carne
15g di funghi
3Tb di farina
1/2Tb salsa di pomodoro
1 spicchio di aglio
timo
alloro
90g di pancetta a dadini
sale
pepe

Per prima cosa ho bollito la pancetta per 10 minuti, se avete un pezzo di pancetta intero tagliatelo prima a dadini, l'ho scolata e risciacquata sotto l'acqua fredda. In una padella capiente ho saltato la pancetta in 2Tb di burro finchè non si è leggermente brunita, dopodiche l'ho messa da parte in un piatto.
Ho asciugato il pollo con della carta da cucina e l'ho rosolato nel burro in cui avevo saltato la pancetta, ho corretto di sale e pepe. Al pollo ho aggiunto la pancetta che avevo messo da parte ed ho cotto a fuoco basso e coprendo la padella per 10 minuti girando il pollo almeno una volta.
Trascorsi i 10 minuti ho aggiunto il vino rosso e il brodo, quel tanto che basta per coprire completamente il pollo. Ho aggiunto la salsa di pomodoro, l'aglio schiacciato e le spezie. Ho portato ad ebollizione i liquidi e cotto, sempre coprendo la padella, per 30 minuti (comunque finchè il pollo non è morbido). Nel mentre ho fatto saltare i funghi con 2Tb di burro.
Una volta cotta la carne l'ho messa da parte in un piatto ed ho ridotto il liquido rimasto, ne deve rimanere circa 400ml, ed aggiunto la farina mescolata con 2Tb di burro. Ho mescolato finchè non ho ottenuto una salsa densa.
Ho rimesso il pollo nella padella, l'ho ricoperto con la salsa e i funghi.


La carne può essere servita subito o succesivamente riscaldata per qualche minuto.

martedì 10 novembre 2015

Plumcake alla zucca

L'autunno è periodo di ricette con la zucca, quindi eccone un'altra! Nonostante non mi piaccia la zucca questa è la terza ricetta che preparo di quest'anno...sto imparando ad apprezzarla, ma a piccole dosi e se il gusto non è troppo spiccato sugli altri.
Oltre ai biscotti per Halloween (trovate la ricetta qui) ho preparato anche una crema (la ricetta qui) con la zucca che avevo avanzato. Questo plumcake mi è servito per finire il ripieno dei biscotti che non avevo usato. La ricetta base è sempre la stessa, questa qui, con solo alcune piccole modifiche. Avendo le unità di misura americane vi rimando al solito convertitore online.


INGREDIENTI
150g di zucca
25g di zucchero bianco
2 cup di farina 00
1 1/2 tsp di bicarbonato
1/2 tsp di sale
113ml di latte
6 cucchiai di olio d'oliva
1 cup di zucchero di canna
2 uova

La zucca l'avevo fatta bollire fino a che non si era ammorbidita, avevo poi aggiunto la zucchero e avevo continuato a farla bollire ancora per qualche minuto in modo che evaporasse un po' di acqua.
In una terrina ho mescolato la farina, lo zucchero, il bicarbonato, l'olio e il sale. Ho aggiunto poi le uova, la crema di zucca e il latte. Ho mescolato fino ad ottenere un composto omogeneo e liscio. Ho rovesciato il preparato nella teglia per plumcake e ho cotto il tutto a 180°C per 50 minuti (come sempre se la superficie è ben dorata ma non è cotto dentro copritelo con della carta stagnola).
Dopo averlo fatto raffreddare l'ho spolverato con della cannella, ogni fetta l'ho servita con sopra della crema di cioccolato (è opzionale).


domenica 1 novembre 2015

Biscotti alla zucca

Sono in ritardo di un giorno, lo so, ma potete cucinare questi biscotti anche oggi, per i ridardatari del "dolcetto o scherzetto".
Io li ho preparati ieri sera, ho dedicato il dopo cena alla decorazione (sono ancora inesperta, abbiate pietà di me nel vostro giudizio!) e a fare avanti e indietro alla porta per dare dolcetti ai bimbi che passavano. Quest'anno sono passati tanti gruppetti di streghe, scheletri e mostri. Sono contenta, perchè, come forse avevo già detto, anche se non è una festa che fa parte della nostra cultura (almeno non in questo modo) è un'usanza simpatica. Prendiamo tante porcherie dagli altri paesi, se per una volta facciamo nostro qualcosa di innocente e divertente cosa c'è di male?
Riguardo ai biscotti: io ho avanzato circa metà del ripieno di zucca che ho preparato ma basta fare biscotti più grossi per usarlo tutto, se non sapete come riutilizzarlo.


INGREDIENTI 
per la pasta
300g di farina
150g di zucchero
125g di burro
2 tuorli
2 uova

per il ripieno
300g di zucca
50g di zucchero
200ml di acqua

Prima di tutto ho preparato la pasta frolla. Come sempre ho mischiato la farina e lo zucchero, ho poi aggiunto il burro freddo tagliato a tocchetti e l'ho impastato con la punta delle dita. Ho aggiunto infine i tuorli e l'uovo intero e sempre impastando con i polpastrelli ho creato un impasto omogeneo e liscio. L'ho avvolto nella pellicola e lasciato in frigo per un'ora.
Nel frattempo ho pulito e sbucciato la zucca. L'ho tagliata a tocchetti e messa a bollire con l'acqua a fuoco medio. Quando ha cominciato ad ammorbidirsi ho aggiunto lo zucchero e l'ho cotta ancora per qualche minuto (circa 10). L'ho tritata con il minipimer, ma potete usare anche il passaverdura.
Ho steso la pasta frolla in un foglio spesso circa mezzo centimetro e con un bicchiere ho ricavato dei biscotti circolari. Su metà di questi ho spennellato l'uovo e messo circa un cucchiaino di crema di zucca, li ho poi ricoperti con gli altri dischi di impasto schiacciando leggermente i bordi in modo che si incollassero bene.
Ho cotto i biscotti a 180°C per 30 minuti. Una volta raffreddati li ho decorati con una penna al cioccolato.


Spero abbiate passato una buona notte di Halloween! Se provate a rifare i biscotti fatemelo sapere, sono curiosa di vedere le vostre decorazioni.